Se il plastico ferroviario che stiamo realizzando è di dimensioni considerevoli una cosa di cui dobbiamo tener conto è della caduta di corrente nelle rotaie.

Più il percorso che la corrente in uscita dal trasformatore è lungo e più essa diventa debole a causa della resistenza delle rotaie. Che cosa dobbiamo fare per ridurre al minimo questo fattore? Vediamo alcuni semplici ed efficaci accorgimenti che ci possono venire in aiuto:

1. Saldare le giunzioni delle rotaie: le scarpette che collegano i binari hanno lo svantaggio di non essere perfettamente in contatto con le pareti delle rotaie, con conseguente diminuzione della superficie utile attraverso la quale la corrente passa. Diminuendo la sezione aumenta la resistenza. Se il tracciato è ampio l'effetto può anche essere sensibile e risultare in un funzionamento non ottimale o a rallentamenti dei treni. Possiamo ovviare a ciò saldando a stagno le rotaie in corrispondenza delle loro giunzioni. Quando eseguiamo tale operazione facciamo attenzione che il calore della punta del saldatore non sciolga le traversine in plastica del binario. Se volete sapere come effettuare una corretta saldatura a stagno potete consultare il nostro articolo relativo.

2. Pulire i binari: sembra un consiglio banale ma a volte si vedono binari talmente sporchi che è sorprendente come i treni riescano ancora a muovercisi sopra! Per la pulizia dei binari fate riferimento al nostra articolo sull'argomento.

3. Pulire le ruote: le locomotive prendono corrente dai binari e se le ruote sono sporche il passaggio di corrente è compromesso. Per la pulizia delle ruote fate riferimento al nostro articolo sull'argomento e alla videoguida sulla pulizia delle ruote dei rotabili.

5. Collegare i binari con cavi sottoplancia: anche se saldiamo tra loro le giunture dei binari come visto sopra, la quantità di corrente che passa attraverso essi è limitata (in particolare nelle scale più piccole come la N). Per ovviare a ciò possiamo saldare, ogni metro di binario circa, un cavo che congiunge le parti di binario della stessa polarità: il cavo, che posizioneremo sottoplancia, cioè sotto il piano del plastico, faciliterà il flusso di corrente e sarà anche particolarmente utile qualora ci fossero delle piccole interruzioni di passaggio di corrente tra i binari.

6. Utilizzare un buon trasformatore: se abbiamo un tracciato piuttosto lungo non possiamo utilizzare un piccolo trasformatore economico: meglio acquistarne uno più costoso ma di più alto amperaggio che permetta anche di far funzionare più di un treno sullo stesso binario senza sostanziali perdite di corrente.

Plastico Ferroviario è il portale con tanti spunti, idee, consigli e video per gli appassionati del modellismo ferroviario. Rivolto in sepcial modo ai fermodellisti alle prime armi non manca di soddisfare anche i modellisti esperti che qui troveranno probabilmente un modo differente nella realizzazione di plastici ferroviari. 

Immagini plastici

galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2

Newsletter

Rimani collegato con noi!

Contatti

Per ogni dubbio o suggerimento

...scriveteci !!