Fase 1

La prima cosa per rendere realistiche le operazioni nel nostro plastico ferroviario è di ridurre la velocità. Fate sempre girare i vostri treni ad una velocità che sia in scala. Anche le partenze e le fermate devono essere fluide ed in scala.

Come il tracciato e lo sviluppo del plastico influiscono sulle operazioni

Uno dei primi scopi nella costruzione di un plastico ferroviario è quello di creare un ambiente ed una circolazione che siano il più possibile realistici.

I plastici più semplici hanno una singola stazione, quelli via via più ampi e complessi sempre più strutture. Più il plastico è piccolo è più è importate che il visitatore o il modellista non possa vedere contemporaneamente tutto il tracciato. Per un plastico semplice, formato da un ovale di binari, con un piccolo villaggio ad ogni lato del plastico, l'aggiunta di un particolare del paesaggio che divida le parti in due dà immediatamente due vantaggi:a) ognuna delle due cittadine risulterà più grande e b) si avrà l'illusione che i treni vadano da qualche parte, perché si verrà a creare una certa “distanza” tra le due città.

Il plastico deve essere sempre facilmente raggiungibile in tutte le sue parti e i treni facilmente visibili. I binari devono perciò essere sempre raggiungibili; gli accessi centrali da sotto il plastico sono ovviamente meno pratici, quindi se possibile bisogna privilegiare l'accessibilità dai lati. Gli eventuali controlli (interruttori, regolatori, pulsanti degli scambi) dovrebbero essere adiacenti alle zone di tracciato che controllano. Evitate di installare i trasformatori in una posizione fissa, anche se sono in un punto da cui si può controllare tutto. Oggi esistono in commercio speciali controlli radio che vi permettono di muovervi agevolmente e anche seguire il vostro convoglio (questo ovviamente e tanto più necessario quanto più il plastico è vasto).

Anche l'altezza del plastico è importante. Se essa è bassa offre una visuale “a volo d'uccello” e rende accessibili più zone. I plastici più alti invece regalano una visione più dettagliata degli edifici, opere d'arte e dei convogli e vi fanno sentire più facenti parte del mondo in miniature che avete davanti. In questi casi comunque avrete maggiori difficoltà a raggiungere le parti più arretrate. Attualmente si tende a posizionare il tracciato ad altezza d'occhio, a circa 130 cm o più.

Per una buona visibilità dei treni si sconsigliano lunghi tunnel. Sarebbe buona norma se almeno una parte del treno fosse sempre visibile.

Se avete un plastico posto su due piani, evitate di inserire degli elicoidali che raccordano i due livelli: è molto frustrante ed irritante per gli spettatori vedere scomparire un convoglio per diversi minuti. Se dovete posizionate un elicoidale fatelo alla fine del tracciato (per ricoverare un convoglio o farlo “riposare” per un po').

Altra buona regola è quella di prevedere un circuito che non richiede l'intervento dell'operatore: in caso di visita di amici, di esposizione a fiere o mostre questa caratteristica sarà molto importante ed utile. Questo tipo di tracciato è anche comodo per testare locomotive o convogli.

Generalmente linee a binario singolo sono più interessanti di quelle a binario doppio. A meno che non abbiate un assoluta necessità di avere linee doppie (per mantenere un treno sempre in circolazione o perché state riproducendo una zona che ha un doppio binario), create un tracciato a singolo binario. Questo è molto importante in piccoli plastici dove lo spazio a disposizione non è tanto.

I grandi plastici permettono di realizzare interessanti tracciati punto a punto. Evitate di posizionare alle due estremità ambientazioni simili: due stazioni, due depositi, ecc.

Sempre in caso di grandi spazi dovete curare al massimo la qualità della costruzione, così che non si tratti solo di far circolare dei treni ma di farli vivere nel loro ambiente.

La collocazione geografica, assieme all'epoca scelta, condizionerà il traffico ed il paesaggio. Non metterete mai una miniera in un paesaggio pressoché piatto oppure non ci sarà un intenso traffico merci in una linea tortuosa di montagna. Il realismo del plastico è aumentato quando tutte le strutture (industrie, materiale rotabile, strutture, volume di traffico, segnali, veicoli, ecc.) sono della stessa epoca. Se non siete sicuri dell'epoca, scegliete la più antica: esisteranno sempre strutture più vecchie anche in un'ambientazione più recente... non è ovviamente vero il contrario!

Fine prima parte

 

Plastico Ferroviario è il portale con tanti spunti, idee, consigli e video per gli appassionati del modellismo ferroviario. Rivolto in sepcial modo ai fermodellisti alle prime armi non manca di soddisfare anche i modellisti esperti che qui troveranno probabilmente un modo differente nella realizzazione di plastici ferroviari. 

Immagini plastici

galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2galleria2

Newsletter

Rimani collegato con noi!

Contatti

Per ogni dubbio o suggerimento

...scriveteci !!